Trend di breve e pattern di volume

Trend di breve e pattern di volume, una delle tante funzioni di volume analysis presenti in TickerExplorer.

Abbiamo visto come i volumi muovono il prezzo (e fino a qui spero non ci siano dubbi).

Quali sono però i volumi di scambio che hanno maggiore incidenza sul movimento?

Una domanda che forse ti sta facendo saltare dalla sedia, ma alla fine il discorso è questo, non tutti i volumi sono destinati a muovere il prezzo.

Ti faccio un esempio, un ordine da 100 lotti di BUND ha un effetto sicuramente diverso da un ordine da 500 o 1000 lotti di bund.

Se poi andiamo a vedere come l’ordine colpisce la controparte, ma qui entriamo nel tecnico, allora siamo in grado di capire molto dalla logica Istituzionale.

Sono gli Istituzionali a muovere il mercato.

Dato di fatto, certamente appurato, numeri alla mano. Questa affermazione è scientificamente sostenuta.

L’analisi dei volumi sia su futures, che su azioni, mette in evidenza lo stesso procedimento logico, non cambia assolutamente nulla.

Ti spiego perchè TickerExplorer è estremamente utile nel trading volumetrico.

Il trading volumetrico è senza dubbio un punti di partenza per fare analisi sugli scambi di mercato, ma sarebbe un errore fermarsi li e non andare in profondità.

Il concetto di trading sui volumi diventa ancora più efficiente quando si introduce l’analisi del flusso degli ordini, Order Flow Analysis, attraverso la quale è possibile entrare in profondità su ogni singolo scambio e capire se:

  • l’ordine è stato in acquisto o in vendita,
  • la dimensione dell’ordine,

TickerExplorer offre in modo nativo una chiara lettura dei volumi e del flusso degli ordini e, attraverso un algoritmo proprietario, permette di rappresentare queste informazioni in modo visivo, semplice e facilmente leggibile ed interpretabile.

Ti faccio un esempio di questa mattina (18 luglio 2018)

DAX Future, analisi volumetrica e studio del flusso degli ordini

Analisi volumetrica e order flow su DAX
Analisi volumetrica e order flow con tickerexplorer su DAX future

Il grafico mette in evidenza i setup di Volume Analysis su breve periodo.

Le frecce indicano i setup di trading in modo chiaro e non discutibile, con una leggibilità incredibile.

Questo è solo uno dei tanti scenari di trading operativo che è possibile seguire con una piattaforma come TickerExplorer.

Da notare che tale algoritmo funziona in modo identico (ed assolutamente performante) sia su futures, che su azioni ed i risultati operativi sono, senza dubbio, eccellenti.

Ti ricordo che la piattaforma TickerExplorer è commercializzata da Quantirica Algorithmic Trading ed è disponibile in prova gratuita per 15 giorni.

Durante la prova hai possibilità di accedere ai mercati IDEM ed MTA in tempo reale. Con TickerExplorer puoi fare analisi sui volumi su IDEM, EUREX (DAX BUND BTP e STOXX) ed i titoli del SPMIB40

Leggere i volumi su Azioni e Futures

Leggere i volumi su Azioni e Futures è senza dubbio un obiettivo, un punto di arrivo per molti.

Per noi è solo un punto di partenza per uno stile di trading sempre più raffinato e performante.

Il trading con i volumi è una tecnica di trading che si abbina sia al trading sugli strumenti sia azionari, che futures.

Spesso, fin troppo spesso, si sente parlare molto di trading con i volumi (generalizzando) e delle sue ennesime sfumature, dal VWAP, al VPOC, dalle value area all’ OrderFlow.

Quello che ho “velocemente” racchiuso qui sopra sono, in realtà, una serie di argomenti che fanno parte del mondo della Volume Analysis.

La lettura dei volumi e degli scambi che avvengono sul mercato passa, senza dubbio, per la lettura dell’ OrderFlow, ovvero per la lettura degli scambi che avvengono ad un determinato livello di prezzo, in tempo reale.

Attenzione che l’OrderFlow, la cui tecnica di lettura si chiama “Tape Reading” richiede che i dati siano tipizzati, ovvero che ne sia fatta una attribuzione ad acquisto o vendita, in tempo reale.

Le operazioni di tipizzazione sono una dei punti di forza di TickerExplorer che, in tempo reale, consente di osservare il mercato dalla prospettiva di chi colpisce il denaro o la lettera (e quindi chi compra o vende).

Da qui si definisce il concetto di “Ordine”, che differisce dal Tick, poichè un ordine può contenere più ticks.

Quante volte ti è capitato di vedere una sequenza di scambi nello stesso istante di tempo? Beh, quello viene definito come un singolo ordine che colpisce diverse controparti.

N.B. il Time and Sales classico mette in evidenza la parte passiva del mercato, l’OrderFlow, permette di identificare la parte attiva (quindi chi compra o vende sul denaro o sulla lettera).

Detto questo, è chiaro che ciò che è rilevante dal punti di vista dell’Analisi dei Volumi è la parte attiva, che di fatto è in grado di imprimere forza, direzione ed intensità al mercato.

Trading con i volumi su Azioni o Futures?

La sostanza non cambia la logica di determinazione degli ordini e del loro flusso è la stessa. Chi colpisce il mercato è la parte attiva e, di conseguenza, è in grado di imprimere (o partecipare) al movimento del mercato.

Quello che cambia è il livello di liquidità del sottostante.

Un sottostante poco liquido è, senza dubbio, più manipolabile di uno strumento liquido e, per questo motivo, i migliori risultati si ottengono sugli strumento che mettono in evidenza liquidità.

In ogni caso, sia che si tratti di Volume Analysis su azioni che sui Futures, la sostanza non cambia.

Ti faccio qualche esempio, con un paio di grafici per l’analisi sui volumi:

Analisi dei volumi su ISP (Intesa San Paolo)

Analisi dei volumi e profilo volume su Intesa con TickerExplorer
Analisi dei volumi e profilo volume su Intesa San Paolo

Come esempio ho riportato un grafico giornaliero del titolo Intesa San Paolo con evidenza del Delta (ovvero della differenza tra compratori e venditori)

Interessante osservare i livelli di prezzo su cui è avvenuta la prevalenza degli scambi, così come i livelli di VPOC e Value Area.

Analisi dei volumi su DAX future

Analisi volumi su DAX future
Analisi dei volumi con evidenza del profilo volume e del flusso degli ordini su DAX future

Naturalmente, la densità di scambi sul DAX future è molto più elevata rispetto ad un titolo azionario, è però buona cosa osservare che la tipologia di analisi volumetrica offre gli stessi spunti e parte dalle medesime basi.

E le mani forti?

Le mani forti sono definibili come “soggetti in grado di imprimere forza e direzione al mercato”.

Le mani forti sono presenti su tutti gli strumenti e tra loro ci sono Market Makers, Hedgers, grandi speculatori, fondi e portafogli complessi.

La loro identificazione offre grandi opportunità (ed a volte anche trappole).

L’idea di identificare le mani forti è, senza dubbio, essenziale per capire chi sta effettivamente governando il mercato.

Le mani forti possono essere messe in evidenza con la piattaforma di volume analysis TickerExplorer sia sui futures, che sulle azioni, così come può essere messo in evidenza il lato che viene colpito (e quindi se si tratta di un acquisto o di una vendita).

Attenzione che le mani forti spesso lavorano con logiche molto particolari e la loro identificazione, se non applicata a criteri di analisi specifici, può trarre in inganno.

TickerExplorer è la piattaforma di analisi dei volumi su Azioni e Futures disegnata in modo specifico per mettere in evidenza i setup di volume che si caratterizzano in tempo reale sul mercato.

Per provare la piattaforma TickerExplorer (in tempo reale su MTA e IDEM) è necessario compilare i campi del modulo.

Un rappresentate di Quantirica si metterà in contatto per la corretta attivazione.

Analisi dei volumi giornaliera su futures ed azioni

Analisi dei volumi giornaliera su futures ed azioni, una delle tante attività che ogni trader che utilizza l’analisi dei volumi deve effettuare in modo sistematico, costante sui principali strumenti finanziari.

So perfettamente che è un’attività che occupa tempo, che richiede lucidità e applicazione costante, ma la reputo necessaria, anzi, fondamentale per un corretto approccio al trading sia su futures, che su azioni.

In questo articolo ho deciso di spiegarti i passaggi fondamentali che ogni mattina mi coinvolgono per la consueta Volume Analysis dedicata agli utenti della piattaforma Tickerexplorer.

E’ bene sottolineare che la routine si costruisce con il tempo, così come il passaggio logico tra i cari componenti grafici dello studio dei volumi (dalla distribuzione statica dei volumi , all’identificazione dei punti di concentrazione (determinati in modo esclusivo da un algoritmo proprietario di Quantirica e TickerExplorer).

Questi sono i passaggi di analisi giornaliera:

  • Identificazione grafica dei volumi statici,
  • Analisi della distribuzione dei volumi,
  • Identificazione di POC e Valuea Area e studio della distribuzione,
  • Identificazione dei livelli chiave,
  • Identificazione dei Punti di Concentrazione,
  • Analisi dei cluster di volume,
  • Interpretazione del delta volume,
  • Analisi BID ASK (da qui comincia lo studio su orizzonte intraday).

Ogni giorni effettuo ognuno di questi passaggi per ogni strumenti che seguo, quindi dal BTP al BUND, passando per DAX, EuroStoxx e FIB.

Non preoccuparti, dopo un po’ di pratica, questa routine diventa talmente consueta, da non richiedere più di una mezz’ora di tempo per una corretta analisi iniziale.

Dopo l’analisi giornaliera riesco, senza troppi dubbi, a determinare su quali strumenti conviene concentrare l’attenzione, scelgo quelli che rispecchiano il mio stile di trading, quelli che offrono un favorevole potenziale di rendimento rispetto al rischio, insomma, faccio una scrematura, un po’ come quando si va in gelateria e si scelgono i gusti, si applica una logica alla scelta e si ordina.

Una cosa che voglio sottolineare è che ogni grafico giornaliero su cui faccio l’analisi mattutina, mi accompagna sino a chiusura mercato e mi offre la possibilità di identificare, a colpo d’occhio, i livelli chiave ed il movimento del prezzo in corrispondenza de tali livelli.

I grafici giornalieri sono sempre accompagnati dai grafici intraday, su cui studio nel dettaglio il flusso degli ordini (OrderFlow) e vado ad identificare le mani forti, sia con gli appositi filtri, che attraverso la formazione di punti di concentrazione volumetrica in tempo reale.

I video che ho deciso di collegare a questo articolo, mettono in evidenza questo procedimento logico.

 

La finalità di questi video è puramente didattica, con il solo obiettivo di rendere chiaro il flusso di lavoro giornaliero per una corretta impostazione di trading con le tecniche di Volume Analysis.

Naturalmente ognuno di noi può, o meno, trovarsi in accordo con questo percorso logico, che funziona per me, penso possa essere adattabile a molti, ma non è detto che sia la soluzione migliore per tutti.

Per concludere l’articolo, alcuni link importanti:

Per provare la piattaforma sui Volumi TickerExplorer

Per iscriversi al canale YouTube di Quantirica

Per contattare Quantirica Algorithmic Trading 

Guida alla prima installazione e configurazione di TickerExplorer.